I MARCIANISANI RACCONTANO MARCIANISE

itMarcianise

NEWS

La Santa Piccola, un libro marcianisano arriva a Venezia

Film La Santa Piccola

Il libro di un giovane scrittore marcianisano diventerà un film. Sì perché, La Santa Piccola, opera del talentuoso Vincenzo Restivo, personalità di spicco nel mondo LGBT, insegnante e traduttore, oltre che brillante esponente letterario, arriverà all’ottava edizione della Biennale College Cinema di Venezia.

Unico progetto italiano scelto

Erano quattro i nuovi progetti da scegliere per l’ottava edizione della Biennale College Cinema, che andrà in scena per l’edizione 2019-20 a Venezia. I team vincitori parteciperanno già domani, 6 dicembre, al primo di due workshop estremamente prestigiosi. La Santa Piccola è l’unico progetto italiano scelto e sarà diretto, nel film che sarà prodotto dalla Rain Dogs Film, di Silvia Brunelli, una delle due registe donne scelte dalla giuria della kermesse.

Scrivere - la santa piccola
Come ha riferito lo stesso Restivo: “Per ogni scrittore vedere la sua opera diventare un film è un sogno che si avvera“. Foto di Free-Photos da Pixabay

Kermesse che nasce dalla volontà della direzione della Biennale di Venezia di promuovere nuovi talenti per il cinema. L’obiettivo è di dare loro la possibilità di lavorare accanto a grande maestri del cinema, al fine di realizzare piccoli capolavori con budget limitati (150.000 euro ciascuno). I quattro vincitori hanno superato una selezione molto ardua, spuntandola in un confronto che vedeva competere dodici paesi: Australia, Brasile, Cina, Finlandia, Francia, Italia, Macedonia, Portogallo, Spagna, Stati Uniti.

La Santa Piccola, il capolavoro di Vincenzo Restivo

La Santa Piccola , come detto, è l’unico progetto italiano scelto e sarà elaborato dalla regista romana Silva Brunelli. La storia scritta di Vincenzo Restivo, che si è detto entusiasta per questa grande soddisfazione, è ambientata nella regione natìa dello scrittore. Tre ragazzine napoletane, infatti, condividono i sogni e le speranze tipiche delle bambine del loro quartiere. Una di loro, però, pare avere un dono speciale: sostiene, infatti, di vedere la Madonna. La speranza che possa essere proprio lei a far avverare le speranze e i sogni delle persone che la circondano, tuttavia, svanisce in un brevissimo lasso di tempo. Così il quartiere ricomincia a cercare un santo o una nuova speranza a cui aggrapparsi. La Santa Piccola è il lavoro più riuscito di Vincenzo Restivo, nato a Caserta il 26 novembre 1982 e cresciuto a Marcianise.

La Santa Piccola - Rain Arcigay Di Caserta
Vincenzo Restivo è consigliere e delegato alla cultura dell’Associazione RAIN Arcigay di Caserta. Fonte: pagina Facebook dell’associazione

Nella sua formazione c’è una laurea in lingue e letterature straniere e una specializzazione in lingua e letteratura portoghese. L’amore per la lettura l’ha spinto ad affrontare una tesi finale con una tematica molto complessa. Ha trattato, infatti, come soggetto la letteratura infantile della scrittrice portoghese Sophia de Mello Breyner Andresen. Restivo, oltre a essere un brillante scrittore e traduttore, è anche mediatore linguistico e un acceso attivista per i diritti degli omosessuali. Da anni, infatti, è consigliere e delegato alla cultura dell’Associazione RAIN Arcigay di Caserta. Insegnante di Lingue e Letterature straniere a Firenze, i suoi lavori più famori sono L’abitudine del coleottero, romanzo a tematica LGBT, Quando le cavallette vennero in città, e Il Tempo caldo delle mosche, volumi che completano una vera e propria trilogia degli insetti. La Storia di Lou e la suddetta La Santa Piccola completano una produzione letteraria già di tutto rispetto.

Foto di copertina di Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.
La Santa Piccola, un libro marcianisano arriva a Venezia ultima modifica: 2019-12-05T09:30:00+01:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top