itMarcianise

NEWS

Covid-19, Marcianise aspetta di tornare a vivere

Covid 19

La città di Marcianise si prepara a rinascere dopo il marchio di zona rossa ricevuto a fine ottobre da de Luca, e il successivo passaggio di tutta la regione allo stato massimo di allerta previsto dal governo a causa della situazione pandemica da Covid-19. La speranza di tutta la popolazione, infatti, è quella di tornare a vivere momenti di normalità, soprattutto in occasione del sentitissimo Natale. Non può che far tirare un sospiro di sollievo a tutta la comunità marcianisana la notizia del calo dei contagiati da Covid-19 a livello europeo, italiano e, ovviamente, anche locale.

Due mesi di sacrifici

I due mesi appena trascorsi, infatti, hanno messo a dura prova la città di Marcianise, che è entrata in zona rossa ben prima della sua regione di appartenenza. Con quasi 800 casi, infatti, la città in provincia di Caserta risulta ancora tra le più colpite di Terra di Lavoro. Ancora vivissima nella nostra memoria, inoltre, è la tragedia della cinquantasettenne infermiera venuta a mancare dopo aver contratto il virus durante un turno di lavoro al Presidio Ospedaliero di Marcianise.

Sars Covid-19
Il virus denominato SARS-CoV-2.

Fortissima è, dunque, la voglia di tornare a vivere da parte dei cittadini. Soprattutto in vista della ricorrenza più sentita e attesa dell’anno per la comunità cristiana: il Santo Natale. A causa delle restrizioni imposte dal governo per fermare questa terribile infezione da Covid-19, capace, come visto e sentito da più parti, di mettere in ginocchio tutto il globo, il clima in città è surreale.

Marcianise vs. Covid-19

Uscire di casa per andare al lavoro, potendo concedersi solo una corsetta in solitaria, per poi rientrare tutti entro le 22 per il coprifuoco. È quest’ultima una parola che era diventata desueta, ma ritornata ora in auge proprio come ai tempi delle due grandi guerre. Come in tutto il Paese anche a Marcianise i commercianti e, soprattutto, i ristoratori, sono in fermento per ritornare a lavorare. Non si riesce più, infatti, ad andare avanti soltanto con il sostegno economico del governo.

Conte E Mattarella - Covid 19
Il premier Giuseppe Conte assieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

E allora non c’è che da attendere il nuovo Dpcm di Giuseppe Conte, atteso per il giorno 3 dicembre. Le novità da esso contenute, infatti, ci daranno una piccola previsione sulla qualità delle nostre prossime settimane. Il passaggio alla zona gialla (sempre che si rimarrà con questi criteri di gestione dell’emergenza) potrebbe addolcire questo periodo di sacrifici. Perché anche Marcianise, come tutta l’Italia, ha un grande bisogno di tornare alla normalità. Nell’attesa sempre più spasmodica del vaccino

Covid-19, Marcianise aspetta di tornare a vivere ultima modifica: 2020-12-02T11:03:05+01:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top